Ansiosi? La chiave potrebbe stare nell’intestino

Ansiosi? La chiave potrebbe stare nei batteri dell’intestino. È stato infatti rilevato un legame tra alcuni regolatori dei geni nel cervello (detti microRNA), che giocano in ruolo chiave nell’ansia e in malattie correlate, e i batteri intestinali. È quanto emerge da uno studio dell’Università di Cork, in Irlanda, pubblicato sulla rivista Microbiome. Gli studiosi hanno preso in esame dei topi, scoprendo che i microRNA cambiavano negli animali liberi da microbi. Questi topi erano tenuti in una bolla libera da germi e mostravano in genere ansia, deficit nella socialità e nella cognizione e comportamenti simili alla depressione. In particolare, le zone più influenzate erano l’amidgala, che gestisce le emozioni, e la corteccia prefrontale, legata fra le altre cose all’espressione della personalità, al prendere delle decisioni. Tutte e due le aree coinvolte sono implicate nello sviluppo di ansia e depressione. «I microbi intestinali sembrano influenzare i microRNA nell’amigdala e nella corteccia prefrontale- spiega Gerard Clarke, tra gli autori dello studio- questo è importante perché possono influenzare processi fisiologici fondamentali per il funzionamento del sistema nervoso centrale e in regioni del cervello (come appunto l’amigdala e la corteccia prefrontale) che sono fortemente implicate nello sviluppo di ansia e depressione». (ANSA)

Gynostemma pentaphyllum

Chiamata jiaogulan dai cinesi e ribattezzata “pianta dell’immortalità”. In Oriente è conosciuta da secoli, ma solo recentemente si è iniziato a studiarla in modo scientifico. Le ricerche hanno evidenziato nella pianta la presenza di oligoelementi, amminoacidi, proteine, vitamine e numerose saponine che ne confermano le straordinarie proprietà antiossidanti.

La Gynostemma è un’adattogeno svolgendo un’azione sedativa naturale, perfetta in caso di stress, ansia, nervosismo. In più, contribuendo a mantenere le arterie pulite, è un alleato prezioso per il sistema circolatorio

Rallenta i processi d’invecchiamento tiene sotto controllo il colesterolo, aiuta la memoria e migliora la funzionalità del fegato. Stimola il metabolismo. migliorando la capacità del fegato di inviare zuccheri e carboidrati ai muscoli.

Gynostemma pentaphyllum Ethanolic Extract Protects Against Memory Deficits in an MPTP-Lesioned Mouse Model of Parkinson’s Disease Treated with L-DOPA.
Kim KS, et al. J Med Food. 2017

Immunomodulatory and Antioxidant Effects of Polysaccharides from Gynostemma pentaphyllum Makino in Immunosuppressed Mice.
Shang X, et al. Molecules. 2016

Flavonol glycosides from the aerial parts of Gynostemma pentaphyllum and their antioxidant activity.
Jang H, et al. Arch Pharm Res. 2016

Ameliorating effects of gypenosides on chronic stress-induced anxiety disorders in mice.
Zhao TT, et al. BMC Complement Altern Med. 2015
Full text

Anxiolytic effects of herbal ethanol extract from Gynostemma pentaphyllum in mice after exposure to chronic stress.
Choi HS, et al. Molecules. 2013

Idratazione del viso in estate

L’acqua è un elemento indispensabile per il benessere della pelle. Essa segue un percorso ben definito all’interno dei diversi strati della pelle: circola attraverso il sangue fino al derma, poi si diffonde dal derma fino agli strati superiori dell’epidermide per preservare l’idratazione cutanea.

Esistono alcuni fattori che alterano il film idrolipidico e possono pregiudicare una corretta idratazione: invecchiamento, ambiente, inquinamento, fumo, esposizioni ripetute al sole.

L’idratazione ed i trattamenti devono essere specifici per tipologia di pelle. In estate, grazie all’aumento delle temperature, la pelle tende a diventare mista tendenzialmente grassa e quindi più ricca di sebo. Pertanto, l’idratazione sarà ottimale utilizzando sieri dalla texture leggera e fluida.

Pantenolo in Seraqua™: combinazione perfetta per l’idratazione del viso
Seraqua™ è un siero base O/A ultraleggero con una formulazione elegante ed innovativa. È ideale per essere applicato sul viso.
La vitamina B5, più conosciuta con il nome di Pantenolo, è ritenuta preziosa in campo dermatologico grazie agli effetti antiossidanti e idratanti che la rendono un ingrediente fondamentale per i trattamenti cutanei. È una molecola naturale in grado di ripristinare efficacemente la funzione barriera della pelle e stimola la rigenerazione dei tessuti aumentando l’indice di idratazione cutanea.

Per la donna, pantenolo in Seraqua™ è una base idratante ideale, in particolare durante l’estate è una valida alternativa alle creme con una texture più ricca.

Per l’uomo, pantenolo in Seraqua™ è una combinazione ottimale anche come siero idratante dopo barba. Infatti, il pantenolo presenta un’azione emolliente, ideale per poter lenire la pelle irritata a seguito della rasatura.

Un’ottima formulazione per un integratore antiage

Licopene, Rosa Canina, Isoflavoni Di Soia, Vitamina E

Il licopene è un carotenoide, contenuto soprattutto nei vegetali rossi. Possiede un elevato potere antiossidante e un effetto protettivo contro i danni tissutali a breve e lungo termine indotti dalle radiazioni UV.
L’estratto di rosa canina si ottiene per estrazione a freddo, per conservare principi attivi termolabili contenuti. E’ la “sorgente naturale” più concentrata in Vitamina C (presente in quantità 50-100 volte superiore rispetto agli agrumi). Sono presenti nell’estratto i bioflavonoidi (rutina ed esperidina) che esercitano un’azione sinergica all’acido ascorbico.
L’estratto di Rosa Canina è ottimo in preparati cosmetici anti-invecchiamento (grazie all’azione anti-radicalica e antiossidante della Vit. C e A).

Gli isoflavoni di Soia sono tra i principi attivi più utilizzati nelle formule cosmetiche. Proteggono infatti pelle (e capelli) dall’ossidazione, dalle infiammazioni cutanee e dai raggi UV, regolano la sintesi della melanina, stimolano la produzione di collagene, di elastina e di acido jaluronico. Inibiscono l’elastasi, l’enzima responsabile della degradazione del collagene.

La vitamina E è particolarmente adatta nei cosmetici antirughe, anche per le pelli giovani, per l’azione preventiva dei processi ossidativi, nei cosmetici doposole per ridurre i danni e favorire la riparazione del tessuto e nei prodotti per la pelle delicata e sensibile La vitamina E sulla pelle crea un film protettivo che limita la perdita di acqua.

Quercetina e cibo

Mangiare quotidianamente alimenti ricchi in sostanzeantiossidanti come frutta e verdura aumenta la resistenza fisica nelle attivita’ sportive: ad affermarlo e’ un nuovo studio Usa condotto su un gruppo di studenti di college in buona salute. In particolare la sostanza che ha mostrato di aumentare la resistenza dei giovaniadulti sottoposti al test e’ la quercetina: un composto che si trova in forti quantita’ in mele rosse, cipolle rosse, broccoli, cavoli, fragole, te’ verde e nero, ed e’ conosciuto per aumentare l’energia a livello cellulare e combattere le infiammazioni. Ai volontari sono stati somministrati a settimane alterne 500 mg di quercetina ed e’ stato misurato l’ammontare di ossigeno assunto mentre si esercitavano su una ‘cyclette’ ed il tempo di durata della ginnastica. I ricercatori dell’universita’ di South Carolina in Columbia guidati dal professore Mark Davis hanno osservato nelle settimane in cui gli studenti prendevano il supplemento a base di quercetina un aumento della durata del tempo di esercizio sulla ‘cyclette’ del 13% e un incremento della capacita’ respiratoria dei volontari del 4%. (ANSA).

La Quercetina appartiene alla famiglia dei flavonoidi. Il detto che “una mela al giorno toglie il medico di torno” è proprio dovuto al contenuto in quercetina delle mele.

L’ attività antinfiammatoria della Quercetina è dovuta all’inibizione sui mediatori dell’infiammazione ( ciclossigenasi e lipossigenasi) con conseguente diminuzione delle citochine e leucotrieni.
La quercetina può aiutare nelle allergie a dosaggi da 500 a 1500 mg. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti la quercetina può essere d’aiuto a mantenere sana la prostata e la vescica

Alimenti particolarmente ricchi di quercetina sono:
– il cappero (è la pianta che ne contiene la maggior quantità rispetto al peso)- l’uva rossa
– il vino rosso- la cipolla rossa,- la mela,- il tè verde- il mirtillo- la mela- il sedano.

 

Dietary nutraceuticals as backbone for bone health.
Pandey MK, Gupta SC, Karelia D, Gilhooley PJ, Shakibaei M, Aggarwal BB.
Biotechnol Adv. 2018 Mar 26. pii: S0734-9750(18)30065-X. doi: 10.1016/j.biotechadv.2018.03.014. [Epub ahead of print] Review.
Comb Chem High Throughput Screen. 2018 Feb 12

Herbal products for common auto-inflammatory disorders – Novel approaches.
Mahomoodally F1, Suroowan S1.